Aermec sempre più in alto: da oggi raggiunti oltre 2,3MW

Aermec riafferma la sua leadership proponendo potenze frigorifere sempre più elevate.

A tal fine la gamma WF è stata recentemente arricchita di nuovi modelli: composta da refrigeratori reversibili ad acqua con compressori a vite ed evaporatori a fascio tubiero, da oggi è in grado di offrire una potenza frigorifera che raggiunge i 2331kW e una potenza termica che si eleva a 2484kW.

Questi dati, che superano il precedente massimo raggiunto dal refrigeratore NSM raffreddato ad aria con una potenza frigorifera di oltre 2100kW, si mantengono sempre fedeli alla politica e allo stile di casa Aermec: efficienza energetica in classe A combinata ad un valore ESEER pari a 6,50.

Il refrigeratore prevede 3 compressori a regolazione modulante e 3 circuiti frigoriferi separati collegati ad un unico evaporatore, una soluzione che assicura un’elevata efficienza energetica ai carichi parziali. Sono disponibili sia i modelli standard che le versioni ad alta efficienza, anche in configurazione silenziata.

La prima unità di produzione, l’imponente modello WF9613, ha già lasciato gli stabilimenti Aermec per raggiungere la sua nuova destinazione: un impianto situato in Norvegia in cui la temperatura di uscita liquido sarà di -7 C°.

L’impegno di Aermec nel raggiungere  livelli di performance sempre più elevati è rafforzato dai sofisticati laboratori di prova. L’ultimo, recentemente inaugurato, è in assoluto la più ampia struttura di prova per le applicazioni di condizionamento dell’aria in Europa. Il nuovo laboratorio, un investimento da 5 milioni di euro, arriva ad una potenza frigorifera di 2MW per singola unità garantendo test accurati. Peraltro è attrezzato per offrire witness tests al servizio della clientela.

I nuovi modelli WF sono quindi un ulteriore importante passo nella continua evoluzione verso soluzioni di proporzioni sempre più importanti su scala globale.


A causa di manutenzione straordinaria, i server Aermec non saranno raggiungibili i giorni 2 e 3 gennaio 2023.

Pertanto, i siti non saranno visualizzabili e i programmi di selezione non saranno in grado di aggiornarsi.